La delegazione di Singapore
in visita all'Istituto Canossiano di Como

Il 25 novembre l’Istituto Canossiano di Como ha accolto la delegazione di Singapore in visita in Italia.
La delegazione è stata accolta con l’intervento di saluto di Madre Adriana Sicilia, Superiora e Gestore della Casa di Como, alla presenza Istituzionale del Vice presidente della Provincia di Como Federico Bassani e dell’Assessore alle politiche educative giovanili Alessandra Bonduri. Nel loro saluto ricordando la vocazione all’accoglienza propria di tutti i Comaschi hanno consegnato in dono la riproduzione della “Lucia” (la tipica barca che si vede spesso nelle acque del lago di Como) e una raccolta di stampe delle Ville Storiche del Lago di Como.
Carissima sr. Teresa, gentili docenti, egregio Sig. Presidente della Provincia di Como, benvenuti in questo nostro Istituto Matilde di Canossa, presente sul territorio, per l’educazione delle giovani generazioni , sin dal 1871. La presenza canossiana di tanti anni, che continua nell’oggi, è una chiara conferma di quanto le nostre Madri, con la preziosa collaborazione di docenti laici, abbiano operato per la formazione e la crescita dei piccoli e dei grandi.
A voi, che state celebrando solennemente i 125 anni di fondazione della Provincia singaporese con un viaggio in Italia sui passi di S. Maddalena e di S.Bakhita, e con l’incontro di alcune comunità educative canossiane, dico a nome della comunità delle Madri e dei numerosi docenti che operano, in questo Istituto: “Benvenuti a Como, città di arte e di storia , con il suo lago omonimo, luogo di grande fascino in cui natura, arte e paesaggi si incontrano dando vita ad un quadro degno dei migliori pittori.
Giungendo a Como, tre mesi or sono, (sono nuova anch’io della zona) sono rimasta colpita da un monumento posizionato in una piazza della città, di fronte alla stazione ferroviaria. E’ un momumento dal titolo: “Le Mani”. Sono mani aperte che parlano, parlano della città, della sua gente che lavora, che accoglie ed abbraccia i suoi visitatori. Sono mani aperte che non trattengono ma liberano, mani che non chiedono, ma donano, che vi danno un sincero benvenuto. Sono anche le nostre mani aperte che vi accolgono in questa giornata che vorremmo godeste in pienezza e il cui ricordo portaste con voi nella vostra città.
Grazie per aver scelto di visitarci, grazie per quanto anche voi ci comunicherete in quest’occasione di scambio, grazie per quanto porterete di Como nella vostra terra. La nostra Fondatrice, S. Maddalena di Canossa, educatrice numero uno, risvegli nel cuore di noi tutti la passione educativa, ci aiuti ad assumere in maniera creativa il nostro tempo per fare dell’educazione una possibilità piena di speranza per quanti ci sono affidati.
Madre Teresa Seow, nel suo intervento iniziale, ha spiegato la volontà di condividere con le laiche, che partecipano nei loro misteri di carità, l’ispirazione e lo spirito della nostra Madre Fondatrice con un pellegrinaggio in Italia sui Passi di S. Maddalena e S. Bakhita in quest’anno in cui celebrano il 125° anniversario di fondazione della Provincia di Singapore incontrando le nostre realtà educative quale momento di confronto e di arricchimento come buone prassi da riportare nelle loro scuole.

 

Simona Saladini, coordinatore
Istituto Canossiano “Matilde di Canossa”, Como
Menu