Intervista a Maria Rosaria, referente per la formazione nella Scuola dell’Infanzia “Maddalena di Canossa” di Potenza

Da tanti anni ENAC organizza la formazione per il personale delle scuole e dei centri canossiani, collaborando con i coordinatori per la buona riuscita degli interventi. Per la Scuola dell’Infanzia “Maddalena di Canossa” di Potenza sei tu a seguire questo piano di crescita. Cosa ne pensi di questo tuo ruolo?
Nel lontano anno scolastico 2014/15 mi è stato conferito l’incarico di Coordinatrice Didattica nella Scuola dell’Infanzia. Considerando che per la prima volta svolgevo ufficialmente questo incarico, devo ammettere di aver avuto, in un primo momento, dei timori legati alla responsabilità che andavo ad assumermi, ma al contempo, constatavo fiducia e stima dei Superiori verso la mia persona.
Se pensi all’evoluzione negli anni, in termini di bisogni e risposte, come valuti l’offerta?
L’offerta formativa proposta da ENAC in questi anni mi ha dato la possibilità di conoscere altre realtà educative e di instaurare con esse una positiva collaborazione. I contenuti trasmessi, l’interscambio delle esperienze e i rapporti instaurati personalmente hanno favorito una ricaduta positiva sulla realtà didattica da me coordinata.
Pensando all’organizzazione, quali sono state, secondo te, le maggiori criticità?
L’unica criticità che sento di esprimere è legata unicamente alla distanza chilometrica, per quanto riguarda le giornate del Seminario di Venezia. La valenza dei contenuti, l’unicità delle proposte, lo spessore dei relatori, l’ineccepibile organizzazione, insieme alla magnifica cornice veneziana, permettono però di superare la fatica del viaggio.
Qual è il corso che ricordi più positivamente?
Ogni seminario residenziale organizzato da ENAC ha favorito, nelle proprie specificità, una mia crescita personale e professionale permettendomi di condividere le indicazioni ricevute e l’esperienza vissuta con le mie colleghe.
Cosa vorresti chiedere per i prossimi anni?
Considerata la grande validità dei seminari, sento di esprimere una richiesta (già segnalata nei questionari valutativi a fine corso) di permettere la partecipazione a più docenti ai corsi residenziali, con una distinzione per grado di scuola.
Grazie, Maria Rosaria, per la tua disponibilità!
Menu