A scuola di comunicazione

Una intera settimana di scuola per imparare qualche segreto della professione giornalistica. Da lunedì 8 a venerdì 12 marzo due classi del Liceo Scienze Umane dell’Istituto Canossiano di Feltre (BL), negli ultimi giorni in presenza a scuola, hanno sospeso le lezioni per collegarsi con Roma.
La scuola ha aderito al corso “ Making news” proposto dall’Associazione I.M.U.N. (Italian model United Nation), una ONG associata al dipartimento di Global Communication delle Nazioni Unite che, a causa della pandemia, ha mutato la sua offerta in un “viaggio on line” all’interno del giornalismo.
Il progetto di didattica digitale integrata ha introdotto gli studenti nella storia e struttura di un giornale, nella costruzione di una notizia aiutando a conoscere le fonti e smascherare le fake news, spingendosi anche al giornalismo televisivo o a conoscere la deontologia professionale dei comunicatori.
Le classi III e IV Scienze Umane al mattino hanno assistito a 20 ore di spiegazioni e poi 10 ore in back office per svolgere lavori di gruppo sotto la sorveglianza della docente Martina Regis. Ad esempio hanno raccolto documentazione per lanci di agenzia sulla vicenda Patrick Zaki, hanno svelato le bufale in rete sui danni derivanti dall’uso delle mascherine, hanno costruito reportage televisivi sugli attentati di Nizza.
La scuola ha deciso di proporre il corso e sostenere le spese di iscrizione per vivacizzare il lavoro scolastico specie durante questo periodo in cui gli studenti sono preoccupati e demotivati. Essendo un’attività parzialmente “pratica” Making News sostituisce i tradizionali tirocini (ex Alternanza scuola Lavoro) che è stato preferibile non attivare in tempi di diffusione del Corona-Virus. Gli incontri di Making News potranno aiutare gli alunni a diventare più abili nella scrittura e nell’informarsi in maniera critica, per una cittadinanza responsabile e attiva, aiutare a riconoscere delle notizie non documentate e anche fare da orientamento verso un possibile lavoro nella comunicazione. È stato utile anche stimolare la capacità di lavorare in gruppo e imparare ad apprendere da un docente tutor a distanza, modalità sempre più presente oggigiorno anche nell’insegnamento universitario e nel mondo del lavoro.
Menu